Il Mio Metodo

La Psicoterapia integrata nasce dalla fusione di diverse teorie in modo da fornirti un sostegno più flessibile e completo. 

L’obiettivo della psicoterapia integrata è quello di progettare e realizzare trattamenti specifici e su misura, adattando la metodologia in base alle caratteristiche soggettive di ogni persona. Tutto ciò attraverso la selezione progressiva delle tecniche più appropriate nel migliore interesse dell’utente.

L’assunto che rappresenta le basi della psicoterapia integrata è che tutto ciò che è prodotto dagli esseri umani è di fatto superabile e migliorabile. Partendo da questa premessa affiancare tecniche terapeutiche differenti e unirle in una sinergia che vada a giovamento dell’efficienza terapeutica diventa l’obiettivo primario di questo approccio teorico. Ogni intervento va valutato caso per caso, in sintonia con le diverse caratteristiche del paziente.

Un percorso terapeutico può essere articolato in diverse fasi, ognuna con un proprio focus e con un proprio modulo di sedute. Infatti, può succedere che un paziente abbia inizialmente bisogno di lavorare su un problema particolarmente urgente e invalidante; successivamente, potrebbe voler affrontare altri aspetti più ampi e in un qualche modo correlati. Ad esempio, se  un paziente portasse un problema di ansia, il terapeuta potrebbe inizialmente proporre un lavoro centrato sul sintomo e sull’acquisizione di strategie per affrontare e gestire il sintomo stesso. Successivamente, se la persona sarà motivata, ci sarà la possibilità di lavorare su quegli aspetti (conflitti irrisolti, schemi mentali, caratteristiche di personalità) alla base del sintomo ansioso. Il primo step della terapia consiste perciò nell’ identificazione delle tue caratteristiche personali in modo da massimizzare i risultati eliminando le azioni superflue mentendo il focus sull’ascolto e sulla risoluzione del problema.

Il concetto di integrazione rimanda alla possibilità del terapeuta di utilizzare tecniche e strumenti derivati da diversi approcci teorici per raggiungere il proprio obiettivo, sempre secondo il principio di strutturare un trattamento il più possibile conforme ai bisogni del paziente. Tali approcci possono ad esempio essere usati in fasi diverse della terapia (ad esempio, introducendo un modulo di terapia cognitivo-comportamentale all’interno di una terapia condotta principalmente con un approccio psicodinamico, o viceversa).

In generale, l’obiettivo della psicoterapia breve integrata è quello di aiutare la persona a riprendere il proprio percorso evolutivo, superando conflitti o blocchi che impediscono di ritrovare l’equilibrio personale.

Per questo, può essere indicata per persone in diverse fasi del proprio ciclo di vita e con diverse tipologie di problemi quali:

  • disturbi d’ansia e di panico
  • disturbi dell’umore
  • problemi relazionali
  • problemi di autostima
  • elaborazione del lutto
  • fobie
  • gestione della rabbia
  • problemi del sonno
  • abuso o dipendenza da alcool e droghe
  • disturbi alimentari