Colloquio psicologico

Durante la nostra vita ci capita di vivere momenti faticosi e difficili, momenti in cui avvertiamo una distanza tra la nostra esperienza interiore e le situazioni che ci troviamo ad affrontare. Altre volte il malessere si manifesta con un senso di vuoto, di profonda solitudine, di inadeguatezza che ci portiamo appresso da molto tempo e che quasi accettiamo come parte integrante di noi stessi.

Argumenti Principali

SUPPORTO
BENESSERE
EQUILIBRIO

La sofferenza è indice del fatto che stiamo trascurando qualche nostro bisogno fondamentale. In questi momenti proviamo sensazioni di disagio, in cui ci sentiamo disorientati, spaventati, soli, bloccati in una situazione che vediamo immutabile, cristallizzata e ferma e in cui non troviamo via d’uscita.

Voglio iniziare dicendo qualcosa a cui forse ora non crederai ma che durante il nostro percorso insieme capirai davvero: Quasi tutto ciò che ci accade ha una via di uscita che dipende da noi e dal nostro atteggiamento a riguardo. Possiamo decidere come comportarci e che atteggiamento tenere di fronte a ciò che ci accade: Questa è la nostra grande possibilità, questa è la nostra forza.

Non sempre però le cose dipendono da noi, possiamo agire su noi stessi, migliorarci, crescere, apprendere gli strumenti necessari per la nostra soddisfazione ma il mondo intorno a noi fa il suo corso, ebbene, anche qui ciò che è fondamentale è sempre e solo il nostro atteggiamento. Non tutto è modificabile, ma non importa, ciò che è davvero importante qui è proprio l’accettazione di questo. La scelta più coraggiosa e sana che possiamo fare in questi casi è accettare l’impossibilità di cambiamento, accettare l’impotenza di agire direttamente su qualcosa o qualcuno che non dipende dalla nostra volontà ed orientarci ad agire consapevolmente solo su ciò che è direttamente in nostro potere. Ti insegnerò anche questo, non temere. Ora ti sembra impossibile e così lontano dal tuo modo di agire che non ci credi ma accadrà. Imparerai a lasciar andare ciò che non puoi cambiare, ti aiuterò a fare questa scelta, quando necessario. Una scelta che diventa un atto di ribellione e liberazione dalle proprie catene mentali e un passo necessario e fondamentale verso la costruzione della propria felicità.

 

L’obiettivo primario di un percorso di terapia consiste concretamente nel raggiungimento di uno stato di maggior benessere personale, non inteso necessariamente come risoluzione assoluta e immutabile dei problemi presentati in fase di consulenza, ma come acquisizione e attivazione di risorse, di strumenti necessari per affrontare questioni e tematiche presenti, passate o future.

Non si tratta di un mutamento superficiale, limitato al banale apprendimento di nuove informazioni o di nuove “tecniche”, ma di una trasformazione sostanziale, a livello sia del pensiero che dell’azione.

L’obiettivo di ogni percorso terapeutico è quello di rendere il paziente in grado di attuare una profonda riflessione su di sé, attraverso la rinnovata capacità di mettersi in discussione al fine di raggiungere una più completa e complessa consapevolezza della propria persona.

E’ proprio attraverso la relazione terapeutica che si arriva ad essere in grado di interrogarsi e mettersi in gioco in modo nuovo.

Altri Servizi
Blog correllati
non ci sono blog al momento
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Non puoi tornare indietro e cambiare l’inizio, ma puoi iniziare dove sei e cambiare il finale